Greenwich Village


Il West Village è la parte più occidentale e antica del Greenwich Village, che si estende verso sud dalla 14esima a Houston Street, delimitata a ovest dal fiume Hudson e a Est dalla Sesta Avenue. Noto a partire dal 1916 come “Little Bohemia”, il West Village è per certi versi il cuore dello stile di vita Bohemien del West Side, con i suoi classici loft di artisti, come la Westbeth Artist Community e il Palazzo Chupi di Julian Schnabel, ma anche il luogo in cui sorgono le nuove eleganti torri residenziali al 173/176 di Perry Street, affacciate al fiume Hudson, progettate dall’architetto americano Richard Meier.La parte storica del quartiere è collegata alle galleria d’arte di Chelsea dalla High Line, una vecchia ferrovia sopraelevata che corre verso nord parallela alla 10th Avenue, utilizzata in passato dalle attività commerciali presenti in zona ma da tempo in disuso, trasformata in un frequentato parco pubblico lineare.


Il West Village si distingue per le sue strade “fuori griglia”, ossia oblique rispetto alle altre strade del reticolato di Manhattan che a volte confondo turisti e newyorchesi in egual misura. Questa maglia stradale, più o meno parallela al fiume Hudson fu studiata nel ‘700, molto prima del piano urbanistico del 1811 che introdusse la famosa griglia ortogonale per le successive parti della città.

L’estremità settentrionale del West Village è nota come Meatpacking District (o Gansevoort Historic District), ed è piena di boutique alla moda, night clubs, ristoranti e hotel, tra cui spiccano l’Hotel Standard, la Brasserie Beumarchais e Spice Market.


Il Greenwich Village chiamato confidenzialmente dai newyorchesi “the village” è un quartire in larga parte residenziale situato nella zona ovest di Lower Manhattan. Il quartiere, è oggi abitato in gran maggioranza da famiglie di classe medio-alta ma tra fine ‘800 e metà ‘900 era noto come il paradiso degli artisti, la capitale Bohemien, la culla sulla costa orientale del movimento Beat. Tuttavia proprio ciò che rappresentò il motivo di attrazione iniziale di questa zona della città finì per contribuire al suo imborghesimento e alla sua commercializzazione. Il nome “greenwich” fu all’epoca ricavato dalla anglicizzazione del nome olandese “Groenwijck”, che significa “distretto dei pini”, una zona di Londra.Il quartiere si estende da Broadway all’Hudson River (est-ovest) e da Houston Street e la 14esima Strada (sud-nord). Il suo centro è più o meno Washington Square. Il village ospitò il primo locale dove diverse razze (a parte la bianca) erano benvenute: Cafè Society.


Altri importanti centri musicali del passato e del presente sono: The Village Gate, il Village Vanguard e il Blue Note. Altri piccoli parchi, a parte il più grande Washington Square Park, includono: Father Fagan, Minetta Triangle, Petrosino Square, Little Red Square e Time Landcape. I prezzi degli appartamenti rimangono qui stabili (alti) e in salita nonostante le fluttuazioni economiche. Il futuro è sempre più roseo con lo sviluppo della High Line e l’estremità ovest sull’Hudson River.